Sicurezza alimentare

Si prevede che la popolazione mondiale raggiungerà i 10 miliardi nel 2050, 11,2 nel 2100. Più di metà di questa crescita avverrà nell’Africa sub-sahariana, dove già un quarto della popolazione è malnutrita. Come riportato dal WRI, prendendo in considerazione l’aumento di popolazione e i cambiamenti nella dieta, il mondo avrebbe bisogno di produrre il 69% in più di calorie alimentari nel 2050 rispetto al 2006.

In questo contesto, i cambiamenti climatici  rappresentano una considerevole  minaccia alla sicurezza alimentare. Temperature eccezionalmente alte o basse ed eventi climatici estremi come siccità, inondazioni e tempeste tropicali causano enormi danni all’agricoltura.

La FAO calcola che nei paesi dei sud del mondo il 25% di tutti i danni economici prodotti dai disastri legati al clima ricada sul settore agricolo. Nel lungo periodo, l’innalzamento del livello del mare, l’aumento delle temperature medie e il cambiamento del ciclo dell’acqua indotto dal riscaldamento globale avranno gravi conseguenze sulla produzione alimentare a livello planetario.

   

Maggiori informazioni: